Ultime notizie di Business e Conoscenza Live Feed: Impresa Tecnologia Gestione della conoscenza Web Innovazione
Google

lunedì 1 febbraio 2010

Liquida network: la pubblicità che vorrei

Pochi giorni fa Liquida, apprezzato aggregatore dei contenuti della blogosfera, ha lanciato un programma di affiliazione pubblicitaria che è destinato a rivoluzionare il modo di fare pubblicità in Rete, in particolare tra i blogger.


Liquida Motori - Ferrari F10


Un sistema di pubblicità inedito. Liquida Network consente infatti di ottenere ricavi pubblicitari non in base alle azioni compiute sulla pagina (es. programma Adsense di Google e il famigerato Pay per click) ma facendo riferimento al numero di pagine viste mensilmente (RPM ricavi per migliaia di pagine).


Liquida network - Blogger advertising program


L'alternativa che ci voleva. D'ora in avanti quindi stop ai classici escamotage che alcuni blogger utilizzavano per indurre i lettori a cliccare "per sbaglio" sugli annunci posti in prossimità del titolo o alla fine del post.

Se il proprio blog risponderà ai requisiti minimi stabiliti da Liquida, potrà giovare di un ritorno economico proporzionato alla validità dei contenuti e al numero di visite registrate.

Cosa importante da evidenziare è che si potrà aderire indipendentemente dalla presenza sulle proprie pagine di altri programmi di affiliazione. Inoltre sarà possibile decidere la tipologia di banner da inserire, con diverse soluzioni in termini di colore e sopratutto dimensione.
Fermo restando che all'aumentare dello spazio riservato agli annunci corrisponderanno entrate superiori per via del diverso moltiplicatore adottato.

Le varie offerte. L'opzione "Start" , ad esempio, offre un RPM (ricavi per migliaia di pagine) che può raggiungere gli 0,8 Euro se si utilizzano sia l'header che il banner fornito da Liquida Network. Nel caso di 50mila pagine consultate su base mensile, il ricavo sarà dunque pari a 40 Euro circa. L'offerta "Premium" consentirà di realizzare un RPM massimo pari a circa 1,2 Euro, ma impone un minimo di 80mila pagine visitate al mese e una media più alta di post pubblicati a settimana.


Liquida - Special offer list

La qualità di Liquida. Altro aspetto da non trascurare è il fatto che la pubblicità visualizzata proverrà direttamente da Liquida e sarà quindi di indubbia qualità. Alla stipula del contratto, la società acquisterà l'intero bacino di traffico disponibile su ogni blog, garantendo al blogger un "ricavo fisso" per pagina.

Una campagna di promozione efficace. Per sensibilizzare i blogger a partecipare al network pubblicitario, Liquida ha pensato di stringere una serie di accordi con alcuni dei blogger più seguiti della blogosfera tra cui il blog di satira collettiva Spinoza e il weblog di informazione Giornalettismo.

Non si è risparmiata poi nel profondere le proprie energie per sponsorizzare l'iniziativa su siti di editori grandi e piccoli, nonché ovviamente blog di ogni ordine e grado.

Immagine, credibilità, reputazione. Il guadagno per il blog sarà anche in termini di immagine e visibilità. Liquida, tenendo fede alla sua mission, ovvero aiutare la blogosfera italiana e valorizzarla, propone difatti dei canali tematici (domini di terzo livello es: musica.liquida.it) nei quali verranno inseriti dei box che riporteranno i siti/blog affiliati, con link diretti in outbound valevoli ai fini di SEO ovvero follow. Ma non solo: ci sarà una pagina dedicata a tutti gli affiliati all’interno dell’area network.

Un progetto che vale. Sicuramente il progetto è destinato a raccogliere molti consensi tra chi vive la Rete e aspettava un programma alternativo a Google per monetizzare il traffico del proprio sito.

Sebbene possa solo migliorare. Certo è che qualche perplessità rimane. In particolare sulla soglia minima di pagine viste che permettono di accedere ed usufruire del servizio. Penso ai piccoli blogger che resteranno tagliati fuori dal network. In questo modo si perde un'ottima occasione per incrementare la reputazione e credibilità di numerosissimi editori di piccole dimensioni che avrebbero potuto essere inclusi nel programma. E invece, causa criteri di accesso troppo rigidi, si ritrovano ancora una volta impossibilitati ad avere una congrua ricompensa per tutti gli sforzi fatti.

Forse sarebbe auspicabile prevedere norme meno vincolanti che valorizzino ancora di più l'apporto a livello di contenuti rispetto all'enorme mole di visite.

Consigli. Sono molto curioso di sapere le vostre considerazioni riguardo questo innovativo sistema di advertising online. Intervenite numerosi!

4 commenti:

buzzes ha detto...

E' interessante vedere come i concorrenti di AdSense inizino a muoversi in modo sempre più efficace.

Wikio con ebuzzing.com e Liquida con il suo circuito pubblicitario.

Secondo me i "requisiti minimi" richiesti da Liquida ai bloggers sono un po' alti: 30000 pagine al mese, escludono diversi blog. Magari un giorno sarà rivisto.

Per il resto, sono curioso :-D

Paolo Ratto ha detto...

Senza dubbio il fatto che nascano alternative a Adsense può essere un beneficio per la concorrenza. Mi rendo anche conto che piccoli blog, come il mio, non vengono toccati da questa ipotetica rivoluzione. D'altronde io stesso non bramo a guadagnare (almeno per il momento...) con la pubblicità on-line. Resta il fatto che il mondo della pubblicità on-line sia in pieno fermento. Seguo con interesse. Staremo a vedere...

Andrea Bichiri ha detto...

Non c'è dubbio che Liquida abbia lanciato un sasso nello stagno. Se il modello proposto sfonderà Google dovrà correre sulla difensiva e rivedere i suoi piani in ambito pubblicitario.

Ma è ancora troppo presto per dirlo. Occorrerà atteendere ancora un pò.

jack ha detto...

Non vorrei rovinare un po' l'idilio, ma si tratta di un meccanismo non esattamente nuovo. Da anni ed anni i sistemi di pagamento della pubblicità in rete sono due: il CPC (cost per click, cioé clicki sull'annuncio e l'investitore paga) ed il CPM, che é il Cost per Mille Impressions, cioé mille pagine viste. Pure facebook gestisce campagne in questo modo, per dire, ma hanno efficacia molto relativa perché per dire, tu puoi mettere un banner in fondo alla pagina, io posso fermarmi a metà, la pagina sarà conteggiata ed il banner mai visto. Da questo nasce il limite delle 30000 pagine viste.

La cosa rivoluzionaria di Liquida (oddio, magari più innovativa che rivoluzionaria va) é la creazione di un network di blog certificati, in modo da fare massa, dare una garanzia di qualità/quantità di visite, in modo da centralizzare la pubblicità, fondamentalmente. Liquida agisce come soggetto unico della raccolta pubblicitaria per una rete di blog.

Posta un commento

 
Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-Share Alike 2.5 Italy License.